Home > Giocatore compulsivo slot machine

Giocatore compulsivo slot machine

Giocatore compulsivo slot machine

Sono un ex giocatore delle slot machine e scrivo questa lettera aperta che non è altro che una riflessione e mi auguro possa servire a qualcuno. Per prima cosa domandati perché stai leggendo questa mia lettera, sono due le opzioni: Sappi che non voglio farti la morale e dirti quanti soldi stai buttano o dirti che giocare è deleterio, sono tutte cose che sai già, provo solo a dirti come ho IMPARATO ad avere il terrore delle slot machine. Come tutte le dipendenze si comincia poco alla volta , ricordo benissimo di aver giocato 70 Euro, che sono pochi e nello stesso tempo sono molti, era il contante che avevo in tasca, una volta uscito dalla sala quel giorno dissi a me stesso che era una cosa da pazzi entrare in quei posti e la cosa sembrava terminata li.

Le sfumature che portano a giocare tanto e assiduamente sono molteplici e non basta una lettera per analizzarle. Con il tempo la frustrazione si era impossessata di me in tutti gli ambiti, dalla vita privata alla vita sociale , ero diventato schivo, nervoso e BUGIARDO, si bugiardo perché a casa dovevo trovare ottime scuse per giustificare la sparizione dei risparmi e non esiste cosa peggiore e puoi immaginare il perché. Da quel momento tutti i soldi che mi passavano per le mani obbligavo me stesso a darli a mia moglie sempre stata ignara del mio problema anche se sospettosa feci una riflessione e presi una decisione, decisi di andare comunque nella sala slot non come giocatore ma solo come osservatore con niente in tasca, e con niente intendo proprio zero soldi!

Non portavo nemmeno il bancomat per non farmi prendere dalla voglia di prelevare. Iniziai ad analizzare i comportamenti delle persone mentre giocavano ed è tremendamente sorprendente quello che si percepisce e si comprende da osservatore , potrei stare ore a raccontare aneddoti e situazioni. Quello che osservavo io era quello che gli altri vedevano in me stando al di fuori e mi ha completamente aperto gli occhi, in quei giorni ho cominciato ad avere paura delle slot, questa paura è cresciuta a tal punto che non ho più inserito un centesimo ed è un anno che non gioco.

Oggi sono completamente terrorizzato e ogni persona che vedo giocare anche al bar vorrei avvicinarmi e fargli un discorso di ore per farlo smettere, questa dipendenza uccide senza saperlo. Quindi caro giocatore, non devi smettere perché perdi soldi, non devi smettere perché potresti diventare un senza tetto, non devi smettere perché stai distruggendo la tua vita, devi smettere perché stai distruggendo la vita di chi ti ama e ha bisogno di te, loro non devono pagare per i tuoi errori, fosse anche solo il tuo cane. Naturalmente sto pagando ancora le conseguenze e so che per ritornare al tenore di vita che avevo prima un tenore di vita normalissimo ci vorrà qualche anno ma sono sereno, sono tornato a sorridere, sono tornato a godere della mia vita fatta di piccolissime cose , la serenità e la consapevolezza mi rende forte e fiducioso per il futuro.

Se tu che stai leggendo pensi che le mie parole possano essere esagerate, devi sapere che molte persone sono state o sono nella situazione da me descritta, non hanno il coraggio di dirlo come non lo avevo io, sono molti di più di quello che si possa pensare e sono persone normalissime che faticano a gestire le proprie debolezze e vanno aiutate.

Sono state presentate […]. È stato un lungo cammino iniziato cinque anni fa quando oltre Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Sito web. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Per esempio limitando le concessioni di slot fisiche. La ragione è insita nel funzionamento del nostro cervello. Non ci è stata fornita la possibilità di spegnerlo. Non esiste un interruttore che compia un reset o semplicemente stacchi la spina per qualche ora. Come fare a scacciarlo? Come allontanare la sofferenza di un ricordo o di un evento che non vorremmo fosse successo? Alcol, droghe e gioco sono le risposte più facili da trovare.

A livello sociale dovremmo non tanto proibire il gioco legale ma proibirne la pubblicità e anzi, come avviene sui pacchetti di sigarette, esporre sulle slot machine o nelle ricevitorie pubblicità negative che avvertano sui rischi collegati al gioco. Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana. Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito in particolare punti 3 e 5: I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list vedere il punto 3 della nostra policy.

Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione. Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

Gioco d'azzardo patologico - Lettera da un giocatore | Chiara Appendino

Quella che ha avuto per strappare il marito dal vizio del gioco, da quella malattia che lei chiama da slot machine e che gli stava consumando la. Entra in un bar e si fionda sulle slot machine. Lui e la sua malattia del “gioco compulsivo”, che da anni lo tiene prigioniero. Giovanni, 68 anni. Se vuoi sapere come smettere di giocare, potrebbe esserti utile il mio elenco delle bugie (o meglio delle scuse) che si raccontano i giocatori delle slot machines. Spesso quello che da più dipendenza sono le amatissime slot machine, macchinari molto semplici da utilizzare e ripetitivi nel loro meccanismo di gioco, senza. Slot machine, gratta e vinci, lotto e superenalotto, giochi al casinò, tempo sviluppano comportamenti compulsivi nel gioco molto simili a quelli. Quali sono i principali fattori coinvolti nell'esordio e nel mantenimento del gioco d 'azzardo patologico da slot-machine emersi dalle ricerche più. Con il termine ludopatia si fa riferimento, in genere, alla “malattia del gioco”.

Toplists